Accedi

Inserisci le tue credenziali

Nome Utente *
Password *
Ricordami
Cos’è il FUS, il Fondo Unico per lo Spettacolo a sostegno di enti, associazioni e istituzioni culturali?

Cos’è il FUS, il Fondo Unico per lo Spettacolo a sostegno di enti, associazioni e istituzioni culturali?

 

Il FUS, ovvero il Fondo unico per lo spettacolo è dal 1985 il meccanismo utilizzato dal governo italiano per regolare l'intervento di finanziamento pubblico allo spettacolo e fornire quindi sostegno finanziario ad enti, istituzioni, associazioni, organismi e imprese italiani operanti negli ambiti della musica, della danza, del teatro, del circo e spettacolo viaggiante, nonché a progetti multidisciplinari e iniziative di rilevanza nazionale. Dal 2014, a seguito del Decreto Cultura, i criteri e le modalità di concessione dei contributi FUS sono regolati da specifici decreti promulgati dal Ministero dei beni e delle attività culturali (MIBAC, ndr.), che ripartisce i contributi tra i vari settori dello spettacolo sulla base della presentazione da parte dei soggetti operanti nel settore di un progetto artistico triennale per le attività musicali, teatrali, di danza, circensi nonché di un programma annuale per coloro le cui istanze triennali vengono approvate. Inoltre, il Ministero concede annualmente contributi per le tournée all’estero e prevede interventi specifici a sostegno del sistema delle residenze artistiche.

Per l'anno 2018 il FUS ammontava a 333.941.798,00€ ed è stato così ripartito:

53,56% fondazioni lirico-sinfoniche, 21,25% attività teatrali, 18.04% attività musicali, 3,50% attività di danza, 1,75% progetti multidisciplinari e azioni trasversali, 1,48% circo e spettacolo viaggiante, 0,26% residenze e progetti under 35, 0,15% Osservatorio dello spettacolo.

Lo stanziamento del Fondo Unico per lo Spettacolo per l'anno 2018 destinato alle attività di danza è stato di 11.699.574,39€, ripartito tra le varie categorie a cui fanno capo i soggetti richiedenti.

La somma destinata al FUS viene stanziata annualmente attraverso la legge di bilancio e viene regolamentata attraverso decreti ministeriali; quello che attualmente in vigore è il D.M. del 27 Luglio 2017 che sancisce la suddivisione e l'erogazione dei contributi ai soggetti richiedenti per il triennio 2018-2020. Gli stanziamenti per il 2019 al momento della stesura di questo articolo non sono stati ancora pubblicati; è infatti prassi che tale somma venga riconosciuta e resa nota tra la fine di maggio e l’inizio di giugno. 

In particolare l'art. 41, quello relativo ai soggetti che si occupano di promozione delle attività di spettacolo dal vivo, è la novità che è stata istituita a partire dal Decreto Ministeriale del 2014 (ex art.43) e che dà risalto e sostegno ai progetti che operano nell'ambito della promozione perseguendo come finalità quelle del ricambio generazionale degli artisti (sostegno alle giovani generazioni), dell'inclusione e coesione sociale, del perfezionamento professionale e della formazione del pubblico.

Rientra in questo articolo di finanziamento il progetto artistico del Network Anticorpi XL, l'unica rete italiana di operatori culturali che, grazie al coordinamento dell'Associazione Cantieri, da quasi 15 anni promuove azioni e progetti a sostegno dei giovani autori e compagnie della danza contemporanea e d'autore italiana. Con particolare attenzione al ricambio generazionale e quindi al sostegno costante della nuova generazione di giovani coreografi e compagnie italiane, il progetto artistico del network si compone di un'articolata gamma di azioni che rispondono alle necessità dei giovani autori e coreografi nelle differenti fasi del loro percorso di crescita professionale, attraverso formazione, accompagnamento e tutoraggio, circuitazione e sostegno pre-produttivo e produttivo.

La parola AZIONE è stata scelta dal Network per la caratteristica di concretezza, legata a un agire pragmatico, oltre che teorico, che sia risposta concreta ai bisogni e alle mancanze rilevate.

Azioni che facilitano il complesso cammino che un artista intraprende per emergere nella scena nazionale ed internazionale.

I progetti artistici presentati dai soggetti che richiedono il contributo devono rispondere agli obiettivi generali del Decreto a favore dello sviluppo della qualità del sistema di offerta dello spettacolo dal vivo, della multidisciplinarietà, dell'innovazione, della promozione dello spettacolo ad ampie fasce di pubblico, del ricambio generazionale degli artisti, nonché del sostegno alle nuove generazioni, della diffusione dello spettacolo in Italia e all'estero, dello sviluppo di reti tra soggetti e strutture del sistema artistico e culturale.

Requisito indispensabile di accesso ai contributi FUS è il comprovato svolgimento professionale dell’attività. Per le attività di musica e danza, e per le attività di promozione, i soggetti richiedenti inoltre non devono avere scopo di lucro.

 

  

 

© Expression Dance Magazine - Giugno 2019

 

 

 

 

Letto 1433 volte
Altri articoli in questa categoria: « L’anca non è sempre a scatto

Lascia un commento

Verifica che tutti i dati nei campi con (*) siano inseriti. Non è permesso l'inserimento di codice HTML.

Segreteria didattica:

CENTRO STUDI LA TORRE Srl 

Organismo di formazione accreditato ai sensi della delibera di cui alla D.G.R. N. 461 / 2014.

Ente accreditato alla formazione Azienda Certificata ISO 9001-2015

 

CONTATTI

Indirizzo: 

Via Paolo Costa 2, 48121 Ravenna

Telefono: 

+ 39 0544 34124

Fax: 

+39 0544 249099

CONTENUTI GRATUITI

Scarica gratis contenuti sempre nuovi sul mondo della danza

Search

51.254.197.122