Accedi

Inserisci le tue credenziali

Nome Utente *
Password *
Ricordami
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 155

Ballerini gratis per la finale di Champions League: fa discutere la scandalosa proposta della UEFA

Ballerini gratis per la finale di Champions League: fa discutere la scandalosa proposta della UEFA

 

Nelle ultime settimane il mondo della danza è in subbuglio per l’annuncio pubblicato dall’agenzia spagnola danza.es per un casting commissionato dalla UEFA, ovvero una delle più ricche istituzioni sportive mondiali.

La ricerca è mirata a trovare 200 figuranti tra ballerini, artisti e studenti di teatro, che dovrebbero esibirsi su base volontaria, quindi senza alcuna retribuzione nella celeberrima finale di Champions League, che si terrà a Madrid allo stadio Wanda Metropolitano sabato 1° giugno alle 21.

La scandalosa proposta non è sfuggita al sindacato spagnolo ConARTE (Confederación de Artistas Trabajadores del Espectáculo) che è insorto, denunciando la richiesta all’ispettorato del lavoro spagnolo.

In risposta, i rappresentanti della UEFA hanno spiegato che l’intenzione sarebbe stata quella di «preparare un programma di intrattenimento breve e sfaccettato prima della partita» per il quale sarebbero stati assunti anche artisti professionisti «che verranno pagati di conseguenza, così come interpreti volontari di comunità locali che svolgono i ruoli meno impegnativi e di supporto».

Anche questo tentativo di giustificazione non fa che mettere in luce come la danza, in confronto agli sport, sia vista come un’attività di secondo ordine, che qualunque appassionato che si accontenta di pochi spiccioli (o di una pacca sulla spalla) può svolgere. Eppure, come ben sappiamo, l’arte della danza si coltiva con duro allenamento e molti sacrifici fin dall’infanzia, ed è inaccettabile che una proposta di esibizione gratuita arrivi proprio dal massimo organismo calcistico europeo, che per peggiorare la situazione specifica che il vantaggio consiste semplicemente nell’opportunità «di essere parte della finale della UEFA Champions League: un’esperienza unica nella vita».

Diversi ballerini e coreografi, così come l'Union of Actors and Actresses, si sono opposti pubblicamente all'offerta, perché il rischio maggiore è quello di creare un pericoloso precedente: se nemmeno un’istituzione sportiva milionaria è disposta a retribuire il lavoro di artisti della danza, chi vorrà investire in futuro in questa forma di intrattenimento? La danza è già sufficientemente penalizzata a causa della scarsa considerazione che ottiene in tema di investimenti e politiche culturali. Dal mondo dello sport e della cultura ci si aspetta maggior sostegno anziché favorire questa disparità di trattamento.

 

Letto 423 volte

Lascia un commento

Verifica che tutti i dati nei campi con (*) siano inseriti. Non è permesso l'inserimento di codice HTML.

Segreteria didattica:

CENTRO STUDI LA TORRE Srl 

Organismo di formazione accreditato ai sensi della delibera di cui alla D.G.R. N. 461 / 2014.

Ente accreditato alla formazione Azienda Certificata ISO 9001-2015

 

CONTATTI

Indirizzo: 

Via Paolo Costa 2, 48121 Ravenna

Telefono: 

+ 39 0544 34124

Fax: 

+39 0544 34752

CONTENUTI GRATUITI

Scarica gratis contenuti sempre nuovi sul mondo della danza

Search

51.254.197.122