Accedi

Inserisci le tue credenziali

Nome Utente *
Password *
Ricordami
Il Corso per Insegnanti di Modern, un'idea diventata realtà

Il Corso per Insegnanti di Modern, un'idea diventata realtà

 

Questa storia ha le sue radici nella parola “ascolto”… io credo che un bravo insegnante abbia il dovere di osservare e ascoltare i propri allievi ancor prima di impartire loro qualsivoglia nozione, in questo modo avrà il privilegio di valutarne le conoscenze, le zone d’ombra e aiutarli a colmare i vuoti.

Da questo principio, un giorno di quasi vent’anni fa, ho colto nelle parole di giovani insegnanti l’esigenza di essere formati e un bisogno di un metodo per indirizzarli in quello che è uno dei lavori più delicati e affascinanti.

Così, un’idea si è trasformata in un progetto, accolto con grande entusiasmo ed eccellente professionalità; e in un attimo il progetto è diventato la scuola di formazione per insegnanti di Modern più importante di Italia.

La prima persona con la quale ho condiviso questo viaggio è stata Rita Valbonesi. Insieme abbiamo ideato un programma e redatto una dispensa e creato un metodo di lavoro che potesse essere funzionale. La nostra collaborazione si è rivelata fin da subito magica perché supportata da un unico linguaggio parlato, quello della scienza. Dall’inizio è stato chiaro che noi volevamo creare degli insegnanti consapevoli, che agissero per conoscenza e non per imitazione e l’unico modo di farlo era quello del “sapere”, sfatando cosi i vari retaggi culturali legati alla danza.

Negli anni il programma si è evoluto e anche il corpo docenti si è trasformato, mantenendo gli stessi denominatori comuni: conoscenza e metodo.

Da qualche anno il team docenti è formato da: Rita Valbonesi, Silvia Ardigò, Matteo Addino, Giovanni Mancini oltre alla sottoscritta. Io mi sento orgogliosa di poter coordinare questo progetto, ma soprattutto uno staff con una professionalità e un’etica che ormai sembra passata di moda. Ognuno di noi porta con sé un bagaglio di esperienze enorme e, al contempo, un background legato a IDA e ai principi sulla quale si fonda. 

Che cos’è il Corso per Insegnanti di Modern? 

Un percorso costituito di nove incontri alla fine dei quali vi è l’esame teorico pratico.

Il programma ha come fulcro un metodo basato sui principi di anatomia, fisiologia, biomeccanica e pedagogia applicati alla danza dai 3 anni in avanti. Da quest’anno è stato, infatti, integrato il corso di propedeutica alla danza, dando così l’opportunità ai corsisti di concentrare in un unico percorso le nozioni fondamentali al fine di intraprendere questa professione.

Durante il percorso viene sezionata la lezione di Modern, analizzando ogni sua parte dal punto di vista tecnico e cercando di capire i principi sui quali si basa la disciplina, anche dal punto di vista storico. Piano piano si costruisce una lezione che poi verrà presentata all’esame finale come verifica di quanto appreso durante l’anno. Inoltre i partecipanti affrontano un questionario scritto per verificare l’acquisizione di tutte le nozioni teoriche applicate alla danza.

 


Maggiori informazioni sul Corso per Insegnanti di Modern a questo link >


 

 

La parola agli insegnanti...

RITA VALBONESI

 

Osteopata, fisioterapista, insegnante di danza, insegnante di yoga, yoga education e yoga wellness; da anni collaboratrice l’IDA come docente.

“Grazie alla dance Professional School posso far conoscere l’anatomia e la fisiologia e soprattutto far capire quanto queste conoscenze siano importanti per gli insegnanti di danza. Capire come funziona un corpo e farne esperienza è un grande sostegno per imparare la tecnica della danza ma soprattutto aiuta a prevenire gli infortuni. Ringrazio tutti gli insegnanti che si sono formati con noi perché hanno mostrato sempre un grande entusiasmo nello studiare e nell’applicare le nozioni e i concetti appresi”

 

 

ROBERTA BROGLIA

La formazione artistica di Roberta Broglia è prevalentemente classica fino all’età di quindici anni, quando l’incontro con il Maestro Pomper la spinge verso il mondo del Modern Jazz diplomandosi presso la scuola Professionale SPID. Successivamente studia nelle migliori scuole milanesi e Statunitensi. È diplomata ISEF e laureata in Scienze Motorie. 

Insegna presso alcune scuole di Milano, tra le quali Armonia e ha diretto per diversi anni AWD. Diventa docente presso i corsi di formazione FIF, fino al 2001, quando diventa coordinatrice IDA nel progetto Dance Professional School, ad oggi Scuola per Insegnanti di Modern.

IDA è casa e i miei colleghi sono cari amici oltre che professionisti di cui ho massima stima. Con Rita c’è stato subito feeling e abbiamo collaborato al fine di creare un percorso nuovo, è una delle professioniste più preparate che io abbia mai conosciuto. Silvia è sia un’insegnante che una coreografa, oltre che una cara amica. Matteo e Giovanni sono i miei allievi di cui sono più orgogliosa, molto diversi tra loro ma fondamentali in questo percorso per il bagaglio di conoscenze e per l’energia che mettono in tutto ciò che fanno. Li amo!  Ogni stagione quando inizio un percorso nuovo ho la possibilità di arricchirmi attraverso i ragazzi che portano le proprie esperienze e questa per me è una grandissima fortuna”.

 

 

 

GIANNI MANCINI

 

Dopo essersi diplomato al Liceo Coreutico “Germana Erba” decide di proseguire il percorso come Danzatore specializzandosi in danza Jazz presso l’Off Jazz di Nice. Incuriosito e affascinato dalle tecniche di base della Danza Moderna frequenta l’Horton Pedagogy presso l’Alvin Ailey di New York, un workshop per insegnanti di Tecnica Horton. Laureato in Scienze Motorie e Sportive attualmente è docente di Tecnica della Danza Moderna e Tecnica della Danza Classica presso il liceo Coreutico e Teatrale “Germana Erba” di Torino dove con grande passione e dedizione si dedica alla crescita e formazione Professionale di giovani ragazzi che vogliono diventare professionisti del Musical, della Danza e del Teatro.

Sono sicuro che il programma di formazione proposto da IDA sia in grado di fornire tutti quegli elementi indispensabili per costruire una lezione di Modern Jazz. Weekend dopo weekend si diventerà sempre più consapevoli di come analizzare, capire e proporre delle costruzioni pedagogiche che accompagneranno l’allievo a costruire la sua tecnica e ad approcciare il mondo della Danza con semplicità e passione. In questo programma mi occuperò di analizzare il vocabolario di base della Danza Modern Jazz e di creare un percorso progressivo per l’acquisizione delle rotazioni, salti, cadute e lavoro al suolo tipici di questa tecnica”.

 

SILVIA ARDIGO'

 

Si diploma presso la prima edizione della Dance Professional School IDA, continua la propria formazione artistica come danzatrice presso le migliori scuole italiane, proseguendo poi a Parigi e New York. Con FIF ha intrapreso il percorso formativo di fitness e attività motorie per bambini presso il CONI concludendo i suoi studi accademici laureandosi in Scienze Motorie. Coreografa per concorsi e rassegne, insegna Modern e Contemporary, ricercando un approccio educativo soprattutto per i giovanissimi e uno stile eclettico e sperimentale per i più grandi.

Quando da bambina sono entrata nella mia scuola di danza mi sono emozionata e ho capito che sarebbe stato proprio il movimento il mio canale di comunicazione con il mondo. La mia mentore e maestra è stata proprio Roberta Broglia, con cui oltre alle collaborazioni condivido il rispetto e la passione per questo mestiere. IDA è stata per me ciò che si definisce una ‘svolta’, sia a livello professionale che personale. Mi ha dato l’opportunità di confrontarmi con professionisti che stimo e che mi arricchiscono. Credo che un percorso come quello della Scuola per Insegnanti di Modern sia fondamentale per chi vuole intraprendere la strada dell’insegnamento che è in continua evoluzione”.

 

MATTEO ADDINO

 

Ballerino e coreografo, con esperienza in programmi tv, videoclip, spot e spettacoli teatrali di successo. Ha insegnato in diverse stage e scuole fra cui Cinecittà Campus di Maurizio Costanzo, prima di diventare docente IDA.

Il bello di questo lavoro è che è lui a scegliere te e non il contrario! Per me un bravo insegnante deve essere un bravo formatore, la formazione ha a che fare con aspetti che riguardano il bagaglio di ognuno in quanto persona. Io credo che non possa esistere la danza senza considerare chi balla, la danza non è fatta solo di movimento ma soprattutto dalla connessione tra ciò che si è e la capacità di esprimerlo. Ciò è possibile soltanto se il formatore si mette al servizio dell’allievo in un ottica personalizzata, capendo chi si ha davanti nella ricerca di una relazione. Non stiamo parlando di ‘io insegno e tu impari’ ma ‘io e te dialoghiamo trasferendo movimento, sapere e consapevolezza’. Questo vale a tutti i livelli, anche e soprattutto nei corsi di formazione dove l’allievo è una persona adulta che ha l’obiettivo di intraprendere questa professione”.

 

 

 

© Expression Dance Magazine - Giugno 2019

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Letto 439 volte

Lascia un commento

Verifica che tutti i dati nei campi con (*) siano inseriti. Non è permesso l'inserimento di codice HTML.

Segreteria didattica:

CENTRO STUDI LA TORRE Srl 

Organismo di formazione accreditato ai sensi della delibera di cui alla D.G.R. N. 461 / 2014.

Ente accreditato alla formazione Azienda Certificata ISO 9001-2015

 

CONTATTI

Indirizzo: 

Via Paolo Costa 2, 48121 Ravenna

Telefono: 

+ 39 0544 34124

Fax: 

+39 0544 249099

CONTENUTI GRATUITI

Scarica gratis contenuti sempre nuovi sul mondo della danza

Search

51.254.197.122