Accedi

Inserisci le tue credenziali

Nome Utente *
Password *
Ricordami
Il ruolo dell'insegnante di danza sulla dieta dei ballerini

Il ruolo dell'insegnante di danza sulla dieta dei ballerini

Non è certo una novità che nel micro mondo della danza circolino informazioni scorrette riguardo all’alimentazione e finché gli insegnanti continueranno a fare cattiva informazione sull’alimentazione continueremo ad avere allievi con disturbi alimentari, che si sentono inadeguati, senza le necessarie risorse energetiche per performance di qualità e con una grande probabilità di abbandono della danza o infortuni.
Da sempre la figura del danzatore, in particolar modo delle danzatrici, è stata legata ad una figura eterea, sotto peso e tendenzialmente androgina. Il grande problema deriva dal fatto che per avere quel tipo di fisicità le danzatrici sono costrette a privarsi di nutrienti fondamentali per il fabbisogno giornaliero, non tenendo conto che un danzatore è a tutti gli effetti un atleta e ha quindi un dispendio calorico ed energetico importante per far fronte al lavoro svolto.
Questo modo di pensare si è anche diffuso nelle scuole di danza ma questo è sicuramente un metodo un po’ pericoloso perché un docente non essendo medico, dietologo o nutrizionista non può impartire regimi alimentari, diete e tanto meno stabilire se un allievo sia o meno in sovrappeso.

La stragrande maggioranza degli allievi di danza sono bambini o adolescenti con un corpo in evoluzione che necessita di nutrienti per poter sviluppare tutti gli apparati in crescita, nel momento in cui vengono a mancare dei nutrienti fondamentali si possono scompensare equilibri importanti fino anche a portare a malattie del comportamento alimentare.
Va chiarito quindi che il “normo peso” non equivale a “grasso” e che il vero ruolo degli insegnanti dovrebbe essere quello di trattare questo aspetto al fine di educare all’accettazione del proprio corpo e non all’inseguimento di una fisicità differente e questo concetto dovrebbe essere promosso sia nelle scuole di danza come nelle scuole in generale.
Concludo rivolgendomi ai genitori: scegliete con cura le scuole e i maestri perché rimettere a posto la psiche di un ragazzino è cosa assai difficile e comporta anni di lavoro; mettiamo al centro il benessere degli allievi e riusciremo a combattere queste modalità di insegnamento poco consone allo sviluppo di un danzatore, che pratichi per hobby o per professione.

Letto 1740 volte

Lascia un commento

Verifica che tutti i dati nei campi con (*) siano inseriti. Non è permesso l'inserimento di codice HTML.

 


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

RICEVI GLI AGGIORNAMENTI E

SCARICHI GRATIS

EXPRESSION DANCE MAGAZINE  

 

Copertina Giuliano Peparini

 

 

 

 

Segreteria didattica:

CENTRO STUDI LA TORRE Srl 

Organismo di formazione accreditato ai sensi della delibera di cui alla D.G.R. N. 461 / 2014.

Ente accreditato alla formazione Azienda Certificata ISO 9001-2015

 

CONTATTI

Indirizzo: 

Via Paolo Costa 2, 48121 Ravenna

Telefono: 

+ 39 0544 34124

Fax: 

+39 0544 249099

CONTENUTI GRATUITI

Scarica gratis contenuti sempre nuovi sul mondo della danza

Search

51.254.197.122